Clicky

Crocifissione

Crocifissione

 di Gesù
Sei qui: Gesu' Cristo >> Crocifissione

Crocifissione: Gesù ha affrontato una morte orribile
La crocifissione tipicamente iniziava con la flagellazione della schiena della vittima. I Romani usavano una frusta chiamata il flagrum, che consisteva in piccoli pezzi di ossa e metallo attaccati ad un cordicelle di cuoio. Non viene indicato quanti colpi abbia ricevuto Gesù, ma il numero previsto dalla legge Giudaica era 39 (uno in meno dei 40 richiesti dalla Torah per evitare un errore di conteggio). Durante la flagellazione la pelle veniva strappata dalla schiena lasciando un ammasso di tessuti e ossa. Veniva perso molto sangue, che spesso causava direttamente la morte o comunque della perdita dei sensi. Oltre alla flagellazione Gesù affrontò le percosse e fu tormentato dai soldati Romani che, tra le altre cose, gli strapparono la barba e gli forarono lo scalpo con una corona di spine.

Dopo la flagellazione, la vittima spesso doveva portare la parte orizzontale della propria croce, il patibulum, fino alla sede dell’esecuzione. Il patibolum poteva pesare fino a 40 chili. Nel caso di Gesù la cronaca riporta che forse ha portato il suo patibulum per una distanza pari a due campi di calcio. In uno stato di debolezza e di tomento, non ci sorprende leggere che Gesù ha avuto bisogno di molta assistenza. Una volta che la vittima arrivava al sito dell’esecuzione, il patibulum veniva messo per terra e la vittima vi veniva distesa sopra. Dei chiodi lunghi circa 18cm e di diametro di quasi un centimetro venivano poi inchiodati nei polsi. I chiodi colpivano la zona del nervo mediano causando scosse di dolore su per le braccia fino alle spalle a al collo. Già posizionato sul luogo della crocifissione si trovava un palo alto due metri, chiamato lo stipes. Al centro dello stipes c’era un rozzo sedile per “sostenere” la vittima. Il patibulum veniva sollevato sullo stipes ed il corpo della vittima veniva contorto per posizionarsi sul sedile in modo che i piedi potessero essere inchiodati allo stipes. A questo punto i polsi, le braccia e le spalle ricevevano una tremenda sollecitazione, risultante nella slogatura delle spalle e delle giunture dei gomiti. La posizione del corpo così inchiodato teneva la cassa toracica in una posizione fissa, che rendeva quasi impossibile l’esalazione e quasi impossibile l’inalazione completa. Avendo sofferto per la flagellazione, le percosse ed il tragitto con il patibulum, Gesù era estremamente debole e disidratato. Probabilmente stava anche perdendo molto sangue. Col passare del tempo, la perdita di sangue e l’assenza di ossigeno causava forti crampi, contrazioni spasmodiche e probabilmente faceva perdere i sensi.

Alla fine il meccanismo della morte nella crocifissione era tramite soffocamento. Per respirare la vittima doveva spingere sui piedi per permettere ai polmoni di inspirare. Man mano che il corpo si indeboliva ed il dolore dei piedi e nelle gambe diventava insopportabile, la vittima smetteva di respirare per il troppo dolore o la troppa stanchezza. Eventualmente la vittima soccombeva in questo modo, essendo talmente esaurita da svenire e non riuscire più a sollevare il corpo dallo stipes per gonfiare i polmoni e respirare. A causa del respiro superficiale, i polmoni delle vittime iniziavano a collassare in vari punti, probabilmente causando l’ipossia. A causa della perdita del sangue dalla flagellazione, la vittima probabilmente formava un’acidosi respiratoria che aggiungeva stress al cuore che, come risultato, deve battere più velocemente. Nei polmoni si accumulava anche del liquido. Sotto lo stress dell’ipossia e dell’acidosi, il cuore eventualmente collassava. Ci sono varie teorie riguardanti le cause effettive della morte di Gesù. Una teoria è che il pericardio si riempì di liquido e impose uno stress fatale sulla capacità del suo cuore di pompare il sangue. Un’altra teoria afferma che Gesù morì di infarto cardiaco. Un’altra invece afferma che la morte di Gesù aveva “molti fattori e fu causata principalmente da uno shock di ipovolemia, esaurimento per asfissia e forse infarto acuto”. A prescindere dalle effettive cause mediche finali della sua morte, la cronaca storica è molto chiara: Gesù ha sofferto numerose ore di tortura orribile e incessante sulla croce del Calvario.

Crocifissione: Gesù ha sofferto per te e per me
Le cronache della crocifissione di Gesù Cristo sono in completo accordo con gli usi e i costumi dei Romani in quel periodo. L’evidenza della morte orribile e dolorosa di Gesù è accettata senza dubbi da tutti gli studiosi seri odierni. L’unica disputa è sulla natura e sul carattere del “criminale” Gesù Cristo. Leggendo le cronache si capisce che, malgrado tutto il dolore, Gesù stava pensando agli altri e non a se stesso. Le sue prima parole sulla croce furono “Padre, perdona loro perché non sanno ciò che fanno” (Luca 23:34). Egli pensò a sua madre, che era ai piedi della croce in lacrime, e chiese al discepolo che amava, Giovanni, di prendersi cura di lei. Ai due lati di Gesù c’erano due malfattori che venivano uccisi con lui. Uno di loro accettò Gesù come Signore e Gesù gli disse che “Oggi sarai con me in paradiso” (Luca 23:43). Finalmente Gesù espresse la sua completa resa alla volontà di Dio quando disse: “E’ compiuto” (Giovanni 19:30). “Padre, nelle tue mani rimetto il mio spirito” (Luca 23:46). Investiga la cronaca storica e poi esamina il tuo cuore. Gesù si è dato volentieri per te e per me. Gesù ha sofferto una morte orribile per te e per me. Gesù ci ha amato tanto da morire in profonda umiliazione e dolore per i nostri peccati. Infatti la Bibbia ci insegna che lui, che era senza peccato, è stato “reso peccato” per noi. Dio in forma umana ha permesso di diventare peccato per salvare noi. Sulla croce, egli ha portato i peccati del mondo a causa del suo amore. L’unico modo per completare la sua storia d’amore è di amarlo a nostra volta.

Scopri di più.


Ti piace questa informazione? Aiutaci a condividerla con altri usando il pulsante del social media. Cos’è questo?




Seguici:




English  
Social Media
Seguici:

Condividi:


Chi è Gesù?

Crocifissione
Risurrezione di Gesù
Risurrezione di Cristo
Additional Content To Explore...

Dio esiste scientificamente?
Dio esiste filosoficamente?
La Bibbia è vera?
Chi è Dio?
Quale religione?
Come posso crescere con Dio?
Argomenti famosi
Sfide della vita
Guarigione
 
 
 
Ricerca
 
Add Crocifissione to My Google!
Add Crocifissione to My Yahoo!
XML Feed: Crocifissione
Gesu' Cristo Pagina principale | Chi siamo | Mappa del sito
Diritto d’autore © 2002 - 2017 AllAboutJesusChrist.org, Diritti Riservati.